come-sapere-se-si-puo-tirare-il-latte-al-lavoro?-|-mamme-magazine

Come sapere se si può tirare il latte al lavoro? | Mamme Magazine

Come sapere se si può tirare il latte al lavoro? Ebbene, è importante considerare alcuni fattori per assicurarsi di farlo in sicurezza.

Informatevi su eventuali piani per dipendenti

Cercate eventuali documenti per vedere se la vostra azienda ha un piano ufficiale per l’allattamento al seno.

Fatelo molto prima del vostro congedo di maternità per dare al vostro datore di lavoro il tempo necessario per creare una politica, e se non ce l’ha, suggerite di creare una task force per crearne una.

Conoscere i propri diritti

Iniziate a informarvi conoscere i vostri diritti specifici in base alla legge. In questo modo saprete esattamente cosa il vostro datore di lavoro è tenuto a fornire, ad esempio una pausa ragionevole per esprimere il latte o uno spazio privato diverso dal bagno per tirare il latte al lavoro.

Questa risorsa fornisce anche consigli su come parlare di allattamento al seno al vostro datore di lavoro.

Parlate con altre mamme

Contattate altre mamme al lavoro e chiedete loro com’è stata la loro esperienza di allattamento al seno. Potrebbero avere qualche consiglio specifico per il vostro ambiente di lavoro per rendere più facile il pompaggio.

come sapere se si può tirare il latte al lavoro

Iniziate la conversazione

Organizzate un incontro con il vostro supervisore o con l’addetto alle risorse umane per discutere del vostro progetto di allattare al seno al lavoro. Anche in questo caso, l’incontro dovrebbe avvenire molto prima del congedo di maternità, per dare al datore di lavoro il tempo necessario per prepararsi. Assicuratevi che il vostro datore di lavoro si renda conto che dovrete fare una pausa di 15-20 minuti per l’allattamento ogni poche ore. Inoltre, se vi sentite nervose, assicuratevi di esercitarvi prima nella conversazione per acquisire sicurezza.

Sostenete le vostre ragioni

Fornite al vostro datore di lavoro esempi di come l’allattamento al seno sia vantaggioso per loro, per voi e per il bambino. Gli studi dimostrano che con il sostegno all’allattamento al seno le mamme sono più produttive, fedeli e il tasso di turnover diminuisce. Inoltre, i datori di lavoro tendono a risparmiare 3 euro per ogni euro investito nelle loro mamme.

Elencate ciò che vi serve

Se il vostro datore di lavoro non dispone già di una sala per l’allattamento, potrebbe non sapere da dove cominciare. Si potrebbe stilare un elenco di ciò di cui si ha bisogno, come l’accesso all’acqua corrente per pulire il tiralatte al lavoro, una superficie piana per posizionare il tiralatte e gli accessori, un frigorifero per conservare esclusivamente il latte materno e una sedia per rilassarsi.

Related Posts

Lascia un commento