come-affrontare-una-gravidanza-da-sola-|-mamme-magazine

Come affrontare una gravidanza da sola | Mamme Magazine

Sono tanti i motivi per cui una neomamma potrebbe affrontare la gravidanza e il parto da sola. Alcune mamme sanno fin dall’inizio che percorreranno questo cammino da sole; per altre le circostanze cambiano durante la gravidanza e il partner è assente.

Forse il padre deve viaggiare spesso per lavoro, forse è deceduto, è in missione o forse vi state separando. Ecco come affrontare questo percorso.

Iniziare a costruire il proprio “villaggio”

La cosa più importante che ogni donna in attesa dovrebbe fare è trovare e circondarsi di persone positive e di sostegno. Questo vale soprattutto per le donne che non hanno un partner o un compagno che le sostenga.

Dovete iniziare a “costruire il vostro villaggio”. Tutte noi abbiamo bisogno di un villaggio forte intorno a noi per aiutarci e incoraggiarci durante la gravidanza e la maternità. Il vostro “villaggio” potrebbe essere composto da amici, familiari, vicini di casa, colleghi di lavoro, donne che fanno parte di gruppi di sostegno, persone della vostra chiesa (o di una chiesa, se non ne frequentate una) o anche sconosciuti online.

Fatevi delle amiche mamme single

Tutti vogliono sentirsi accettati e avere accanto persone che li capiscano e li sostengano. Per questo è importante trovare altre donne che stanno affrontando il vostro stesso percorso. Le mamme single saranno in grado di relazionarsi con la vostra vita quotidiana, potranno condividere gli alti e bassi dell’essere genitori single e potranno darvi consigli e raccomandazioni su ciò che ha funzionato per loro e per i loro bambini e ciò che non ha funzionato.

Se siete come me, è difficile chiedere aiuto… e accettarlo. Pensiamo di poter fare tutto, ma non è realistico. Quando si è incinta o si ha un neonato, non si deve fare tutto da sole. Non dovete dimostrare niente a nessuno! Imparate a chiedere aiuto, perché i vostri cari potrebbero non offrirvelo. Non è che non vogliano aiutare, ma non sanno come farlo. Non sanno come fare. Ricordate sempre questa frase:

“Non si può versare da una tazza vuota. Devi prenderti cura di te stesso per poter aiutare o dare agli altri, compreso il tuo bambino”.

LEGGI ANCHE:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.