che-cosa-succede-al-mercato-del-lavoro-negli-usa

Che cosa succede al mercato del lavoro negli Usa

Mercato lavoro Usa: domanda e offerta di lavoro con tempi disallineati. Il commento di Antonio Cesarano, chief global strategist di Intermonte

 

Segnali apparentemente contraddittori dal mercato del lavoro ma che in parte potrebbero fotografare un disallineamento temporale tra domanda e offerta.

Come premessa, occorre ricordare che le rilevazioni del mercato del lavoro Usa derivano da due campioni:

  1. raccolta dati dal lato aziende e governo tramite numero di buste paghe (employer survery);
  2. raccolta dati dagli uffici di collocamento (household survey)
  • Dal lato employer survey emerge che il numero di nuovi assunti è stato pari alla metà del consenso, circa 200.000 unità, pari all’incremento più basso dell’anno.
  • Dal lato household survey emerge invece un netto incremento del numero di potenziali lavoratori che attivamente cercano lavoro (+594.000). Il tasso di disoccupazione (rapporto tra disoccupati e civilian labor forrce) è così sceso dal 4,6% al 4,2% grazie principalmente al denominatore, ossia l’aumento del numero di potenziali lavoratori che attivamente si son presentati per cercare lavoro. Questo probabilmente a causa del venir meno dei sussidi e dei minori timori sulla pandemia dopo il rallentamento dei contagi tra ottobre e novembre.

Mettendo insieme le informazioni dei due report ne emerge complessivamente un contesto in cui le aziende hanno iniziato a rallentare le assunzioni nel momento in cui finalmente i potenziali lavoratori si son presentati in modo più copioso a ricercar lavoro attivamente. o In altri termini, l’offerta di lavoro sta recuperando nel momento in cui la domanda di lavoro da parte delle aziende è apparsa più cauta.

Come si può vedere dal grafico, all’appello son mancate soprattutto le assunzioni nel comparto leisure and hospitality (+23.000) per il quale mancano ancora 1,3 milioni di posti di lavoro per ritornare alla fase pre-pandemica.

lavoro usa

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *