che-cosa-ha-detto-meghan-markle-nella-sua-prima-intervista-«da-donna-libera»

Che cosa ha detto Meghan Markle nella sua prima intervista «da donna libera»

Libera di esprimersi, finalmente, e determinata a non farsi più sfuggire di mano questa possibilità. «Quando i media hanno plasmato la tua storia come vogliono, è bello poterla raccontare in prima persona». Così appare oggi Meghan Markle nel lungo ritratto realizzato su The Cut dalla giornalista Allison P. Davis, con le foto di Campbell Addy. È la prima intervista in solitaria della duchessa di Sussex, rilasciata per promuovere l’uscita di Archetypes, il suo podcast disponibile da fine agosto su Spotify. 

La cornice della conversazione è l’incantevole dimora di Montecito, Los Angeles, che da un paio di anni Meghan, Harry e i figli Archie e Lilibet possono chiamare casa. È stato amore a prima vista, confessa la duchessa, e la scintilla è scoccata prima ancora di vedere gli interni. «Una delle prime cose che mio marito ha notato mentre giravamo per casa sono state quelle due palme», ha raccontato Meghan a Davis durante l’intervista, indicandole gli alberi in questione. «Vedi come sono collegate alla base? Lui dice: “Amore mio, siamo noi”.  E adesso ogni giorno, quando Archie ci passa accanto, dice: “Ciao mamma, ciao papà”».

Raccontandosi in prima persona – decidendo quando e cosa mostrare, scegliendo parole e silenzi – Markle ha messo in luce tanti aspetti di sé e della sua nuova vita. Apparentemente banali, anche, come l’idea di tornare su Instagram – sebbene per il momento il timore dell’odio online resti difficile da superare. Meghan, in effetti, fino a pochi anni fa amava condividere contenuti con i suoi 3 milioni di followers, ma aveva rinunciato (anche) al suo profilo social personale quando il fidanzamento con Harry era diventato ufficiale. Per qualche tempo, dall’aprile 2019, Meghan e Harry hanno gestito a modo loro il profilo Instagram @sussexroyal, salvo poi abbandonarlo quando la coppia, per questioni legali, non ha più potuto usare l’etichetta “royal”. 

A tornare spesso nei discorsi della duchessa è il desiderio di essere una mamma “normale”, rassicurata della certezza di non essere inseguita da decine di paparazzi ogni volta che esce di casa, come sarebbe accaduto a Londra. Il tipo di mamma che accompagna i figli a scuola e alle feste di compleanno degli amici, insomma. In un punto dell’intervista interviene brevemente Harry, che racconta un aneddoto: Meghan che, dopo un servizio fotografico, sottolinea di essere una mamma, non una modella. “Puoi essere entrambe le cose”, ribatte lui.

Per quanto riguarda i progetti per il futuro, sembra esserci parecchia carne al fuoco. Nell’ottobre 2020 la coppia ha lanciato la fondazione Archewell, che alla divisione non profit affianca Archewell Productions e Archewell Audio, che supervisionano rispettivamente l’accordo con Netflix e quello con Spotify. Sebbene la serie animata Pearl, sulla quale Markle aveva messo la firma, sia stata cancellata da Netflix per contenere i costi dopo il calo degli abbonati, la collaborazione tra il colosso dello streaming e l’intraprendente coppia non si è ovviamente interrotta. Anzi, alcuni progetti, su cui aleggia un certo mistero, sono al momento in lavorazione.

Meghan e Harry hanno ripetutamente smentito l’ipotesi che si tratti di un reality show su di loro, ma questo non esclude la possibilità che sia invece un documentario dal taglio differente. «La parte della mia vita che non sono stata in grado di condividere, che le persone non sono ancora riuscite a vedere, è la nostra storia d’amore», ha commentato la duchessa nell’intervista, restando volutamente vaga. Per la conferma ufficiale, se arriverà, non resta che attendere.

Related Posts

Lascia un commento