caro-energia,-ecco-come-risparmiare-sulla-bolletta-in-maniera-intelligente-con-il-comparatore-luce-e-gas:-trucchi-e-consigli-per-usarlo

Caro energia, ecco come risparmiare sulla bolletta in maniera intelligente con il comparatore luce e gas: trucchi e consigli per usarlo

Ecco alcuni semplici trucchi per usare al meglio il comparatore luce e gas: è un ottimo metodo per contrastare gli effetti negativi del caro energia

Il caro energia è uno dei problemi più grandi che l’Italia e, in generale, l’Europa intera stanno affrontando dall’inizio dell’anno. Gli effetti sulla società sono tangibili, soprattutto nel periodo natalizio. Sono tante le iniziative, infatti, che i comuni di tutta Italia hanno promosso per risparmiare sul consumo di elettricità, riducendo le ore di accensione delle luci natalizie o trovando soluzioni alternative a queste.

Nelle scorse settimane e negli scorsi mesi, vi abbiamo segnalato alcuni metodi adatti a risparmiare sul consumo di luce e gas a casa e a lavoro. In questo articolo, ad esempio, vi avevamo parlato del vademecum dell’ASL di Bari, che conteneva alcune regole per risparmiare sui consumi fino al 50%. Un altro metodo per affrontare gli effetti negativi del caro energia è quello di affidarsi a un comparatore di luce e gas. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Caro energia: come usare i comparatori di luce e gas

Basta cercare su un motore di ricerca le parole “Comparatori di luce e gas” per trovare dei siti che permettono di scoprire tutte le offerte più convenienti dei fornitori di luce e gas e di selezionare quella che permette di risparmiare di più. L’Unione Nazionale Consumatori ha pubblicato su Instagram una guida in nove step grazie alla quale gli utenti potranno capire quanto consumano, come utilizzare un comparatore di luce e gas e, soprattutto, quale utilizzare. Prima di tutto, si legge, gli utenti devono cercare il consumo annuo sulla bolletta più recente: il consumo elettrico è indicato in kwh (kilowattora) mentre quello del gas in smc (standard metro cubo di gas). Nel caso in cui non si trovasse, si può comunque calcolare attraverso il comparatore.

Prima regola per scegliere il sito più efficiente è quella di vedere se c’è l’opzione che permette di impostare il consumo annuo. La presenza di questa opzione è un punto a favore per il sito. Nel caso in cui non si trovasse il consumo annuo preciso, si potranno comunque impostare i parametri della propria famiglia e della propria casa per avere una stima dal comparatore. Per scegliere una nuova offerta più conveniente, invece, si dovrà indicare se si è residenti dove si vuole attivare la fornitura, quanti kilowatt di potenza servono e in quali fasce orarie si consuma.

Come scegliere un buon comparatore

A questo punto, si potranno leggere tutte le offerte disponibili. Gli utenti potranno scegliere l’offerta da soli o farsi aiutare a telefono dal consulente del comparatore. Questa funzione è molto utile per chi è indeciso sull’offerta da scegliere. L’Unione Nazionale Consumatori consiglia anche di controllare la tariffa proposta dai consulenti del comparatore per l’aiuto e di chiedere informazioni nel caso in cui ci fosse una tariffa variabile o indicizzata. Nel caso in cui non venissero fornite informazioni chiare su quest’ultima cosa, converrà cercare altri siti più affidabili. Inoltre, un altro trucco per selezionare un buon comparatore è quello di scegliere un consulente che permette di effettuare insieme l’analisi della bolletta.

Nel caso in cui, invece, si volesse scegliere da soli, senza consulenti, l’offerta più adatta, l’UNC consiglia di confrontare la spesa per la sola luce o per il gas con quanto consumato effettivamente, e poi di ripetere la stessa operazione con le altre offerte. L’offerta più conveniente, conclude la guida, sarà quella con il minor ricarico, con la minor spesa fissa mensile e con bonus e sconti. Con un’accurata analisi, potrete risparmiare davvero tanto!

LEGGI ANCHE>>>Caro energia, buone notizie per milioni di italiani: riavranno indietro quello che gli spetta

Related Posts

Lascia un commento