Seconda di campionato ed esordio casalingo per i neroverdi attesi a una risposta sul campo dopo le due sconfitte in apertura di questa stagione considerando Modena e Torino.

Al Mapei è arrivata la neopromossa Lecce accompagnata dal caloroso (e colorato) tifo di 2000 salentini.

Primi brividi per i tifosi del Sassuolo al minuto 14 con una conclusione in porta (la prima della partita) a opera di Di Francesco che ha impegnato Consigli.

Per i nostri colori il primo tiro in porta è arrivato sette minuti dopo dal sinistro di Domenico Berardi fresco di super rinnovo e deciso a dare una gioia ai tifosi di casa.

Al minuto 39 la gioia promessa arriva e come grazie a un sinistro al volo da fuori area proprio di Berardi che confeziona un gola lasciatemelo scrivere «da paura».

Uno a zero per i padroni di casa e così si é chiuso il primo tempo.

Un Lecce che per buona parte della partita è riuscito a non far fare al Sassuolo il gioco che predilige dimostrando tutta l’attenzione con la quale ha preparato l’incontro Il tecnico Baroni.

Al minuto 63 Andrea Pinamonti marcatissimo dai difensori giallorossi ma sempre più inserito nel gioco di mister Dionisi lascia il campo a Defrel.

Frattesi si procura un cartellino giallo nel suo impegnativo lavoro di tenere a bada Banda al 77’ e due minuti dopo lascia il terreno di gioco per una scelta del tecnico dei neroverdi, al suo posto il centrocampista Harroui.

Sempre lui, Domenico Berardi al minuto 85’ libera il suo sinistro (caldissimo) da fuori area con il pallone che scende di poco oltre il palo della porta leccese.

Si è giocata sino al 95’ questa seconda partita che porta nella classifica del Sassuolo i primi tre preziosi punti e la certezza che dopo la partenza di Scamacca e Raspadori si stato giusto ripartire dal rinnovo del talento di Domenico Berardi oggi più che mai ultima bandiera della Seria A italiana.

(Claudio Corrado)