bellariva,-che-colpo-a-perticara-e-domenica-c'e-il-san-lorenzo-•-newsrimini.it

Bellariva, che colpo a Perticara. E domenica c'è il San Lorenzo • newsrimini.it

Al debutto in campionato il Bellariva ha fatto la voce grossa. Successo per 3-2 sul campo del Perticara, che era passato in vantaggio al 40’ del primo tempo in maniera immeritata con Niang su rigore (che poi ha accorciato le distanze a 10 minuti dalla fine) dopo tre occasioni da rete sciupate della formazione di Denis Morolli (palo e due volte salvifico il portiere di casa Balducci).

“Una prestazione da vera squadra perché poi nella ripresa, dopo la ramanzina del mister, abbiamo mostrato maggiore concretezza – sottolinea il dirigente Leonardo Giovanardi – evidentemente l’eliminazione in Coppa Italia ai rigori per mano del Riccione sul suo campo, dopo aver sfiorato la vittoria (agguantati sul 4-4 dal vantaggio di 1-4) ha dato la carica giusta. L’approccio era stato comunque buono con le tre palle gol costruite”.

Un successo che acquista maggior valore alla luce delle numerose assenze, e che la dicono lunga sulla forza della rosa, più lunga rispetto all’anno scorso quando un avvio shock (cinque ko di fila) pregiudicò l’ingresso nei playoff della matricola riminese poi sconfitta solo tre volte.

Ancora una volta sugli scudi l’attacco del Bellariva con doppietta di bomber Bargelli, il capocannoniere della stagione scorsa con 23 gol (bellissima punizione a giro di destro dal limite sulla sinistra e rete in contropiede che ha coinvolto tutto il trio d’attacco) e gol di Elia Fabbri su assist di Ale Fabbri, gli altri due attaccanti. Il tutto in 25 minuti. E poi ancora Niang ad accorciare le distanze su punizione.

“Sono contento per la vittoria e la doppietta – dice bomber Bargelli – siamo un gruppo unito, che si diverte. I nuovi si stanno integrando bene e con i miei compagni di reparto Ale Fabbri ed Elia Fabbri c’è un’ottima intesa come si è visto anche a Perticara. Sotto il profilo della condizione stiamo crescendo, dobbiamo cercare di essere meno spreconi. Ora testa al San Lorenzo, un avversario storico negli ultimi anni e con cui abbiamo dato vita a partite vibranti e molto combattute”. Tra l’altro la squadra riccionese è guidata da Giovanni Costa, in passato tecnico del Bellariva.

Si gioca alle 15,30 allo stadio di Rivazzurra.

Related Posts

Lascia un commento