bellaria-film-festival-compie-40-anni,-apre-alcarras

Bellaria Film Festival compie 40 anni, apre Alcarràs

In Romagna dal 12 al 15 maggio, torna il premio ‘Casa Rossa’

(ANSA) – BOLOGNA, 27 APR – Sarà ‘Alcarràs’, film vincitore dell’Orso d’Oro al Festival del Cinema di Berlino, ad aprire l’edizione di quest’anno del Bellaria Film Festival, rassegna di cinema indipendente che si tiene dal 12 al 15 maggio e quest’anno compie 40 anni diventando il più longevo Festival di cinema in Emilia-Romagna.

    Organizzato dall’amministrazione Comunale di Bellaria-Igea Marina e sostenuto dalla Regione, per l’edizione 2022 il Bellaria Film Festival punta al rilancio post pandemia, con una nuova direzione artistica – nella persona di Daniela Persico – e tornando alle origini, riportando nella Riviera romagnola il cinema indipendente italiano e i giovani, con una rinnovata apertura internazionale. La kermesse è stata presentata in conferenza stampa in Regione, fra gli altri, dalla vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, Elly Schlein.

    “Raccontare la storia del Bellaria Film Festival vuol dire ripercorrere la storia del cinema italiano, e nello specifico quella parte del cinema italiano di ricerca, indipendente e d’autore – ha detto Schlein – La Regione ha sempre dimostrato il suo sostegno al Festival, attraverso i bandi previsti dalla legge 20 del 2014, che promuove la cultura cinematografica e audiovisiva e che sostiene l’industria e le attività nel settore multimediale”.

    Quanto al programma, qualche anticipazione. ‘Alcarràs’ sarà introdotto in sala dall’autrice, Carla Simón, insieme al coproduttore italiano, Giovanni Pompili, che con Kino Produzioni sta portando avanti una generazione di autori italiani che incarnano una nuova idea di cinema. Alla serata inaugurale sarà presente anche Carlo Chatrian, direttore della Berlinale, che la mattina successiva terrà una masterclass insieme all’autrice. In questa edizione torna, dopo vent’anni, il premio ‘Casa Rossa’: la sezione ospiterà cinque film, opere prime o seconde, di autori che si sono imposti non solo in Italia, ma al pubblico internazionale dei maggiori festival, per il loro sguardo unico e la potenza del loro modo di fare cinema. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.