barbara-d’urso:-il-figlio-difeso-da-simona-ventura

Barbara d’Urso: il figlio difeso da Simona Ventura

Non saranno mai grandi amiche ma Simona Ventura ha dimostrato ancora una volta che nella vita come nel lavoro prevalgono le qualità della persona. E così dopo tante polemiche social ha deciso di prendere le difese del figlio di Barbara D’Urso che lavora nel suo staff alla realizzazione della seconda edizione di “Discovery Simo”, la trasmissione di Real Time che andrà in onda a partire da sabato 24 luglio.

barbara-d-urso-e-simona-ventura-1-1200×900

Prima ancora di cominciare la prima puntata di Discovery Simo e già sono nate le prime polemiche social perché Simona Ventura avrebbe scelto nella sua squadra di lavoro anche il figlio di Barbara D’Urso. Un nome che ha fatto notizia anche per i rapporti mai idilliaci tra le due conduttrici, tra due prime donne della televisione.

Ma questa volta, Super Simo ha deciso di dire la sua, prendere le difese di Emanuele Berardi e chiudere ogni tipo di polemica. Una querelle alla quale Carmelita ha preferito restarne fuori per evitare di accendere ancor di più la discussione. Ma a quanto pare sono bastate le parole della Ventura per calmare le acque e poter continuare a lavorare con lo spirito giusto….


Leggi anche: Barbara D’urso umilia Simona Ventura


Il figlio di Barbara D’Urso è socio di un’azienda di produzione

Barbara D’Urso e il figlio Emanuele

Simona Ventura è conosciuta ormai anche anche come autrice oltre che produttrice, e soprattutto conduttrice di successo. Ma questa volta sarà affiancata da una nuova società di produzione, la Additive Ideas che vanta tra i fondatori Emanuele Berardi, figlio di Barbara D’Urso.

La carriera del figlio di Carmelita è cominciata  nel 2005 come assistente fotografo poi diventato fotografo, filmaker e producer, fino al 2018 con la nascita della sua casa di produzione, che pure vanta altri soci, che in questi anni ha prodotto film, documentari e spot. Inutile fare dunque polemiche strumentali. È stato anche il pensiero di Simona che ha deciso di dire la sua:

“Mi sono affidata ad un gruppo di giovani assai talentuosi, tra questi c’è anche il figlio di Barbara D’Urso, un giovane professionista molto capace che gode di tutta la mia stima! Viste le polemiche, vorrei sommessamente dire che, anche i cosiddetti ‘figli di’, hanno il diritto di costruirsi il loro futuro e dimostrare sul campo quello che sanno fare. Si chiama MERITOCRAZIA e io non perderò mai la speranza che, anche in Italia, questo possa contare!”

Per il momento la polemica è chiusa, poi chissà…

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *