assemblea-del-comune-di-ravenna-con-cittadini-sul-ponte-sul-lamone-l'assessora-del-conte:-fine-lavori-fra-il-26-dicembre-e-il-23-marzo-–-ravennanotizie.it

Assemblea del Comune di Ravenna con cittadini sul ponte sul Lamone. L'Assessora Del Conte: fine lavori fra il 26 dicembre e il 23 marzo – RavennaNotizie.it

Nella serata di martedì 29 novembre si è svolto un incontro del Comune di Ravenna con i cittadini di Savarna e Grattapoppa per fare il punto sulla situazione dell’ormai famigerato ponte sul fiume Lamone che sta facendo vedere i sorci verdi all’Amministrazione comunale e sta causando molti disagi e tante proteste fra la popolazione. Per il Comune di Ravenna erano presenti fra gli altri il Sindaco Michele de Pascale e l’Assessora ai Lavori pubblici Federica Del Conte. È a lei che chiediamo come è andato il confronto e che cosa il Comune di Ravenna ha raccontato ai cittadini.

“L’assemblea era stata indetta per un aggiornamento sullo stato del cantiere e anche per spiegare che cosa è successo nei mesi in cui il cantiere è rimasto bloccato. – spiega l’Assessora – Prima di tutto abbiamo spiegato che non siamo andati in assemblea prima, perché non avevamo aggiornamenti significativi da portare ai cittadini: stavamo cercando di arrivare a una soluzione dei punti di criticità che si erano creati con la ditta che sta eseguendo i lavori e quindi non eravamo in grado di dire quando sarebbero ricominciati i lavori, tantomeno quando sarebbero finiti. Non c’era nemmeno il cronoprogramma. In questi mesi abbiamo lavorato in ufficio e abbiano trovato le soluzioni per sbloccare i lavori, e siamo andati a un confronto quando questi elementi erano più delineati.”

Ma qual è oggi la situazione? “Oggi il cantiere è ripartito, stanno lavorando a tempo pieno, anche il sabato e la domenica. Stanno lavorando su entrambe le rampe come noi avevamo chiesto, per cercare di ridurre i tempi che si erano persi durante l’estate, quando il cantiere era fermo. – racconta Del Conte – Ma sulla fine dei lavori purtroppo ancora una data certa noi non l’abbiamo. Perché da un lato c’è la valutazione degli uffici tecnici del Comune di Ravenna, che hanno portato ad individuare – a seguito della concessione di diverse proroghe dei lavori, una prima di 90 giorni, poi un’altra di 90 e una terza di 75 giorni – come data di ultimazione il 26 dicembre. È una data che non significa che il lavoro verrà ultimato, perché questo ce lo può dire solo la ditta. Ma è una data oltre la quale si entra nel campo delle penali cui la ditta sarà chiamata per arrivare alla conclusione del cantiere. La ditta d’altra parte ci ha presentato un cronoprogramma indicando come data di fine lavori il 23 marzo del 2023. Il direttore dei lavori ha deciso di non approvare questo cronoprogramma, ritenendo che la data di chiusura lavori fosse troppo tardiva. Quindi non abbiamo una data certa. Pensiamo che la conclusione possa collocarsi in questo tempo intermedio fra il 26 dicembre e il 23 marzo. I lavori eseguiti ad oggi sono oltre il 80%, manca il completamento delle rampe e poi l’asfaltatura, la finitura con l’illuminazione, il guard-rail, i dispositivi di sicurezza, la cartellonistica. Con i cittadini abbiamo fatto il punto e spiegato gli inciampi che il cantiere ha incontrato, a partire dalla chiusura del 1° marzo del 2021, abbiamo poi ricostruito le varie fasi fino alla ripresa del cantiere e allo stato attuale.”

Ma i cittadini cosa hanno detto? Li avete convinti sul vostro operato? “Io non lo so se li abbiamo convinti. Diciamo che il nostro obiettivo non era di convincerli, era quello di condividere il percorso che è stato fatto, di spiegare le tappe dell’opera e i problemi del cantiere.”

Ma ai cittadini interessano fino a un certo punto le beghe tecniche: i cittadini si aspettano che l’opera sia finita e che con quella finiscano anche i loro disagi. Quindi in buona sostanza, mal che vada il ponte sarà terminato il 23 marzo 2023, è così? “Noi contiamo che venga finito prima” risponde Del Conte. Però sicuramente non sarà terminato per il 26 dicembre, no? “Non crediamo possa essere possibile per il 26 dicembre, è una data che poteva essere compatibile se non si perdevano quei giorni di lavoro in cui il cantiere era fermo.”

Quindi, tagliando la mela a metà, l’apertura sarà fra il 26 dicembre e il 23 marzo? “Dovrebbe essere un po’ meno della metà: noi pensiamo che la data sarà più vicina al 26 dicembre, perché la data del 23 marzo è molto cautelativa” conclude l’Assessora.

Assemblea Savarna

Related Posts

Lascia un commento