arresto-cardiaco-in-aeroporto,-salvato-dal-defibrillatore

Arresto cardiaco in aeroporto, salvato dal defibrillatore

Un uomo della Moldavia, poi trasportato al Maggiore di Bologna

(ANSA) – BOLOGNA, 05 DIC – Ha avuto un arresto cardiaco in aeroporto a Bologna, ma, grazie alla presenza dei una soccorritrice del 118 che è intervenuta con il defibrillatore, è stato rianimato e trasportato all’ospedale Maggiore dove è stato sottoposto ad angioplastica e non ha riportato danni neurologici. E’ successo ieri sera, al nastro trasportatore dei bagagli del Marconi a un uomo della Moldavia che era appena atterrato.

    Fondamentale è stata la tempistica e, soprattutto, la presenza in aeroporto di un’infermiera della Croce Rossa che è immediatamente intervenuta con il defibrillatore alle 21.06, quando l’uomo si è accasciato al suolo. In meno di mezz’ora, alle 21.33, l’uomo è arrivato in ospedale dove nella notte è stato sottoposto ad angioplastica. Le sue condizioni sono buone e non ha riportato danni neurologici, soprattutto grazie al tempestivo intervento di rianimazione. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *