aldo,-giovanni-e-giacomo:-«lol?-ce-lo-hanno-proposto,-ma-non-fa-per-noi»

Aldo, Giovanni e Giacomo: «LOL? Ce lo hanno proposto, ma non fa per noi»

Aldo, Giovanni e Giaocomo ritornano al cinema (dal 22 dicembre) con Il grande giorno, la loro commedia «più matura», ci dicono. Avevano già provato a sposare il baricentro della loro comicità verso la commedia agrodolce con Odio l’estate del 2020, riuscendoci con successo (nonostante l’inizio della pandemia). Ora affondano i passi nella più alta classica commedia all’italiana.

Ne Il grande giorno di Massimo Venier il trio ci fa divertire e riflettere. Ci portano sul lago di Como durante un matrimonio da urlo tra Caterina ed Elio, figli di Giovanni e Giacomo, due amici d’infanzia che gestiscono un’azienda di arredamento da 30 anni. Questo è anche la ciliegina sulla torta del loro rapporto. Durante le nozze ne capiteranno delle belle quando arriva sul lago Aldo, il nuovo compagno di Margherita, l’ex moglie di Giovanni. Ma non aspettatevi la comicità travolgente del film francese C’est la vie. Qui c’è molto altro.  

«Malinconia e divertimento, ci confessa il trio, «c’è un po’ di tutto. Volevamo far ridere e riflettere sul dolore di ciò che finisce, ma può anche rappresentare un nuovo inizio, sull’amicizia, sui non detti che possono alimentare il rancore».  «È giusto dirsi le cose in faccia anche se fa male», sottolinea Aldo. È capitato anche a loro nel corso di una carriera lunga 30 anni. «Ci siamo confrontati e scontrati, come capita a tutti, è normale», aggiunge Giacomo. «A volte non si accettano certe critiche, ma poi se si fa lo sforzo di osservarle bene possono aiutare a migliorarti», prosegue Aldo.

Aldo e Lucia Mascino. (Foto Aliocha Merker)

«Questo film ci rappresenta», confessano i tre, «abbiamo fatto un minestrone con più ingredienti perché vogliamo che la gente provi più sapori». Ed è quello che vi capiterà. Assaporerete dal dolce all’amaro. Aldo, Giovanni e Giacomo confessano anche di essere stati chiamati per partecipare a LOL, «ma non abbiamo accettato, non ci sentiamo a nostro agio, ci rivelano. «Siamo un po’ all’antica, e speriamo di continuare su questa strada», conclude Aldo. 

Related Posts

Lascia un commento