aeroporti:-bologna,-continua-il-recupero-dei-passeggeri

Aeroporti: Bologna, continua il recupero dei passeggeri

Ma incertezza per la guerra in Ucraina e stop dei voli

L’Aeroporto di Bologna continua a recuperare i passeggeri persi a causa della pandemia. Nel mese di marzo, con 557.907 passeggeri, il divario con il periodo pre-Covid si è ulteriormente ridotto, segnando un -23,6% sullo stesso mese del 2019 (ultimo anno di ‘normalità’). La crescita sul 2021 è molto elevata (+680,2%), ma a marzo dello scorso anno l’Italia era colpita dalla seconda ondata di contagi, con forti limitazioni agli spostamenti.

    L’andamento di marzo 2022 si presenta a due velocità, con i passeggeri nazionali che crescono anche sul 2019, mentre quelli internazionali, seppure in recupero rispetto ai mesi precedenti, risentono maggiormente della situazione a livello globale. Nel dettaglio, nel mese appena chiuso si sono registrati 165.743 passeggeri su voli nazionali (+2,7% sul 2019 e +438,9% sul 2021) e 392.164 passeggeri su voli internazionali (-31,1% sul 2019, +862,4 sul 2021).

    I movimenti aerei sono stati 4.571, in calo del 20,8% sul 2019 (ma in crescita del 316,7% sul 2021), mentre le merci trasportate per via aerea sono state 3.876 tonnellate, in aumento dell’8,2% sul 2019 e del 16,0% sul 2021.

    “Se il Covid ha allentato la presa, ora a preoccupare è la guerra di aggressione all’Ucraina che, oltre alla terribile perdita di vite umane e alla distruzione di intere città, sta provocando lo stop ai voli per l’Ucraina, la Moldavia e le Russia e producendo un clima di forte incertezza per i possibili sviluppi del conflitto”, dice il Marconi. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.