a-bologna-in-biblioteca-si-prestano-anche-gli-oggetti

A Bologna in biblioteca si prestano anche gli oggetti

Il servizio attivo in Salaborsa per promuovere la condivisione

Grazie alla collaborazione tra l’associazione Leila Bologna-La biblioteca degli oggetti e Biblioteca Salaborsa, da martedì prossimo, 22 marzo, sarà possibile prendere in prestito gli oggetti in forma gratuita per chi possiede la tessera delle biblioteche. Il servizio, in via sperimentale, sarà disponibile ogni martedì dalle 16 alle 19 all’interno della piazza coperta. Il settore biblioteche comunali collabora con l’associazione Leila Bologna-La biblioteca degli oggetti per la realizzazione di nuovi servizi e attività per promuovere la cultura della condivisione e la promozione dell’economia circolare nei confronti del pubblico delle biblioteche. Per usufruire del servizio di prestito degli oggetti è necessario il tesseramento all’associazione Leila Bologna (il tesseramento è gratuito se in possesso della tessera delle biblioteche del Comune di Bologna) e la condivisione, con qualche attenzione, di almeno un oggetto: Leila non accetta quelli di uso quotidiano (per esempio posate, vestiti non tecnici, bigiotteria, oggetti personali) e di consumo (come guanti da lavoro, vernici, cibo, detersivi), armi, oggetti troppo ingombranti e difficili da trasportare.

    La biblioteca degli oggetti Leila è attiva da anni in città, ma ora punta al salto di qualità con l’accordo con la principale biblioteca bolognese. Moltissimi e variegati gli oggetti che si possono prendere in prestito: i più comuni attrezzi da lavoro, strumenti musicali, tende, oggetti per cucinare, catene da neve e articoli per bambini. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.