25-aprile:-bologna-musei-digitalizza-quotidiani-di-’45-e-’46

25 aprile: Bologna Musei digitalizza quotidiani di ’45 e ’46

Online Resto del Carlino, Corriere Emilia, Giornale Emilia

(ANSA) – BOLOGNA, 20 APR – L’Istituzione Bologna Musei, attraverso l’area disciplinare Storia e Memoria, partecipa al programma ufficiale del 77/mo anniversario della Liberazione di Bologna e dell’Italia, celebrato rispettivamente il 21 e 25 aprile 2022, utilizzando le tecnologie digitali come mezzo di conservazione, condivisione e trasmissione attiva della memoria.

    Grazie alla collaborazione con la Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio, sul portale www.storiaememoriadibologna.it – al link www.storiaememoriadibologna.it/archivio/giornali – sono integralmente consultabili ad accesso libero l’intera annata del 1945 e il primo semestre del 1946 dei quotidiani ‘Il Resto del Carlino’, ‘Corriere dell’Emilia’ e ‘Giornale dell’Emilia’.

    Il 19 aprile 1945 uscì l’ultimo numero de ‘Il Resto del Carlino’ sotto il controllo della Repubblica Sociale Italiana.

    Cancellato lo storico nome per decisione del Comando alleato, per espressa volontà del Psychological Warfare Branch, l’ufficio dei comandi alleati creato per chiudere la stampa legata al regime fascista e occuparsi dell’opinione pubblica dei territori liberati, venne fondata una nuova testata che dal 22 aprile al 15 luglio 1945 uscì con il nome di ‘Corriere dell’Emilia’ e il sottotitolo ‘Quotidiano della Valle Padana’. Il 17 luglio 1945, il PWB concesse autonomia alla redazione che si costituì in cooperativa e assunse il nome di ‘Giornale dell’Emilia.

    Quotidiano indipendente della Valle Padana’, pubblicato fino al 3 novembre 1953. In seguito ai risultati di un referendum tra i lettori, il 4 novembre il ‘Giornale dell’Emilia’ riprese lo storico nome de ‘Il Resto del Carlino’. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.