mulino-bianco-installa-300-mulini-delle-api-nei-suoi-campi

Mulino Bianco installa 300 mulini delle api nei suoi campi

Il progetto prosegue anche con l’ambizione di rendere sostenibile, entro il 2022, oltre 240.000 tonnellate l’anno di farina di grano tenero.

di Alessandra Favaro

Ultima Modifica: 17/06/2021

Arrivano 3000 “mulini delle api” vicino ai campi di grano tenero Mulino Bianco, per aiutarle a riprodursi e  nidificare. È il nuovo progetto del brand del gruppo Barilla che,  2 anni dalla nascita della Carta del Mulino – decalogo di agricoltura sostenibile realizzato in collaborazione con il WWF Italia – si arricchisce di un altro tassello.

Il Mulino delle Api di Mulino Bianco

Il Mulino delle Api, è ideato per offrire un rifugio alle api solitarie e agli altri insetti impollinatori. Specie oggi a rischio sopravvivenza a causa del cambiamento climatico, di pratiche agricole intensive e della crescente urbanizzazione.

Interessa tutto il territorio italiano, e sul sito del progetto  (https://www.mulinobianco.it/lacartadelmulino) è già possibile consultare una  mappa con la geolocalizzazione di ogni Mulino delle Api, per vedere foto e posizione.

Le api infatti sono responsabili del 88% dell’impollinazione delle specie vegetali del nostro Pianeta.

Considerando le sole api selvatiche, si tratta di un vero e proprio esercito di oltre 20.000 specie di animali.  Insieme garantiscono l’impollinazione dei fiori da cui dipende il 35% della produzione agricola mondiale, con un valore economico stimato ogni anno di oltre 153 miliardi di euro a livello globale e 22 miliardi di euro in Europa (dati IPBES 2017).

Carta del Mulino per la biodiversità

Torrechiara (Parma): Azienda Agricola Aschieri. Carta del Mulino. Casetta e cartello.
Torrechiara (Parma): Azienda Agricola Aschieri. Carta del Mulino. Casetta e cartello.

L’iniziativa non si ferma qui: entro la fine del 2022 si prevede che i rifugi arriveranno ad essere presenti in prossimità di circa 600 campi di grano tenero.

Ricordiamo infatti come, in ogni campo della Carta del Mulino, il 3% della superficie viene riservato ai fiori, in miscele utili a favorire la proliferazione degli insetti impollinatori.

Per rendere l’idea: il totale delle aree convertite a fiore grazie al disciplinare è pari a 1.800 campi di calcio.

L’attenzione per la natura che caratterizza Mulino Bianco fin dalla nascita, nel 1975, oggi si concretizza nella realizzazione di prodotti buoni e attenti all’ambiente e in iniziative a favore della natura.

Nel 2019 è stato “Buongrano” il primo dei biscotti Mulino Bianco prodotto secondo le regole della Carta del Mulino. Appena 2 anni dopo si contano oltre 100 prodotti Mulino Biancotra cui tutti i biscotti della marcaad essere realizzati secondo il disciplinare redatto in collaborazione con il WWF Italia. I prodotti con farina di grano tenero da agricoltura sostenibile sono riconoscibili per il logo “Carta del mulino” in front pack.

Il progetto prosegue con l’ambizione di rendere sostenibile, entro il 2022, oltre 240.000 tonnellate l’anno di farina di grano tenero.

La Carta del Mulino è un innovativo disciplinare di agricoltura sostenibile costituito da 10 regole pensate per portare qualità nei prodotti, supportare il lavoro delle comunità di agricoltori e restituire spazio alla natura negli agroecosistemi, favorendo la biodiversità.

Luoghi sicuri per api e farfalle

Queste vere e proprie “casette” per le api rappresentano un luogo sicuro dove api selvatiche e farfalle possono riprodursi e nutrirsi, riprendendo il proprio viaggio secondo i ritmi e i tempi dettati dalla natura. Un’iniziativa a tutela di questi preziosi insetti impollinatori: secondo la Federazione Apicoltori Italiani dal 1980 al 2010 la popolazione mondiale di api si è quasi dimezzata (-40%).

Inoltre, presso il comprensorio di Pedrignano (Parma), dove ha sede lo stabilimento Barilla, è stato installato un apiario da 10 arnie che ospita circa 600.000 api. Queste sono in grado, ogni giorno, di deporre 20.000 uova, impollinare 2 milioni di fiori, coprendo una superficie di 3.000 ettari.

Il Gioco delle Api

Infine, per sensibilizzare le persone sul ruolo fondamentale degli impollinatori, Mulino Bianco ha inoltre lanciato il Gioco delle Api. Si tratta di un videogame sviluppato per far conoscere a grandi e piccoli il ruolo e l’importanza di questi insetti. Lanciato nella Giornata Mondiale delle Api, lo scorso 20 maggio, il gioco ha già coinvolto 500.000 persone, con 4 milioni di livelli giocati.

Condividi L’Articolo

L’Autore

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *