motogp-a-le-mans:-vince-petrucci,-poi-alex-marquez-e-espargaro,-quarto-dovizioso.-cade-valentino-rossi

Ducati su tutti. Con Danilo Petrucci padrone, come da copione sotto la pioggia, caduta a sorpresa a due minuti dal via con le moto equipaggiate per l’asciutto.

Sul bagnato il ternano si conferma formidabile («In queste condizioni sapevo di potermela giocare, ma gli ultimi 10 giri non mi passavano più») e il circuito francese è tra i suoi preferiti. L’anno scorso fu terzo sul podio francese, alle spalle di Dovizioso e Marquez. Quest’anno c’era un altro Marquez con lui, il fratello Alex (primo podio in MotoGp) che ha rotto il digiuno delle Honda dopo 8 gare. Terzo Pol Espargaro su KTM, e solo quarto Dovizioso, che per quasi tutta la gara ha tenuto nel mirino il compagno di squadra.

Nel finale il forlivese ha pagato la rimonta dei due spagnoli, ma in classifica si riavvicina (-19 punti) al leader Quartararo protagonista di una gara pessima chiusa in nona posizione. Sul bagnato El Diablo ha mostrato ancora una volta il suo punto debole. E pensare che scattava dalla pole position con i favori del pronostico. Sull’asciutto sarebbe stata un’altra storia, ma per puntare al titolo serve altro. Sul podio sembrava poter salire anche Jack Miller, per un risultato che sarebbe stato storico per la casa bolognese. Ma a pochi giri dal termine l’australiano si è ritirato per guasto meccanico. Un podio che era alla portata anche di Alex Rins, autore di una strepitosa rimonta e di un sorpasso da antologia. Ma dopo aver superato in un colpo solo Dovizioso e Miller il pilota della Suzuki è scivolato fuori pista. Gara da dimenticare anche per Valentino Rossi, caduto alla prima curva dopo il via. Terzo zero consecutivo per il Dottore. Male anche il suo compagno di squadra, Vinales, risucchiato subito nel gruppone al via e finito decimo.

La nuova classifica del Mondiale: Quartararo tiene la leadership con 116 punti; seguono Mir (Spa-Suzuki) 105; Dovizioso (Ita-Ducati) 97; Viñales (Spa-Yamaha) 96; Nakagami (Gia-Honda) 81; Morbidelli (Ita-Yamaha) 77; Miller (Aus-Ducati) 75.

11 ottobre 2020 (modifica il 11 ottobre 2020 | 16:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *