caudo-al-foglio:-“alle-primarie-di-roma-non-hanno-votato-45-mila-persone,-al-massimo-37-mila”

Caudo al Foglio: “Alle primarie di Roma non hanno votato 45 mila persone, al massimo 37 mila”

Giovanni Caudo (Foto LaPresse)

Il presidente del III municipio, arrivato secondo dopo Gualtieri mette in dubbio l’affluenza e chiede che le schede siano ricontate domattina. “Vogliamo trasparenza, qualcosa non torna”

“Ma quali 45mila votanti alle primarie di Roma. È impossibile. Alle 19, dati del comitato, i votanti compresi quelli online erano 27.731. Un numero ufficiale, lo ripeto, arrivato da 132 seggi su 187”. Giovanni Caudo, secondo arrivato alle primarie di Roma, mette in dubbio l’affluenza e chiede che le schede siano contate domattina. “Mi sembra chiaro – dice al Foglio l’ex assessore di Ignazio Marino e attuale presidente del III municipio – che il Pd puntasse solo a un risultato: migliorare la partecipazione del 2016. E non a caso hanno detto che l’affluenza è stata di 45mila persone, mille in più dell’ultima volta. Ma io non penso possano essere state più di 37 mila”.

Continua Caudo: “Basti pensare a un altro dato, il voto di chi si è preregistrato online non è arrivato a 3mila unità”. E dunque? “Qualcosa non torna e vogliamo vederci chiaro”. Caudo è arrivato secondo e ancora non sa se continuerà la sua corsa al fianco del vincitore delle primarie Roberto Gualtieri. “Intanto, vogliamo chiarezza e trasparenza, poi domani ci penseremo. Per la nostra area è stato un gran risultato. Ma la trasparenza prima di tutto”.

  • Simone Canettieri
  • Viterbese, 1982. Al Foglio da settembre 2020 come caposervizio. Otto anni al Messaggero, prima ancora Parma, Firenze e Viterbo, dove iniziò a 19 anni con un pezzo sul pattinaggio artistico. Ama i giornali, e soprattutto le notizie. Molto meno le bio. Premio Agnes 2020 per la carta stampata in Italia. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *